Background Image

Uova: come leggere e riconoscere categorie ed etichette

Le uova hanno un regolamento per la selezione delle diverse qualità e quindi del prezzo finale in base al tipo di allevamento.

Come riportato nell’immagine sottostante, le 4 categorie di allevamenti sono molto diverse tra loro. Il resto della codificazione è utile per la tracciabilità e provenienza delle uova.

 

Produzione Biologica= segue i canoni dell’ideologia del biologico, ad esempio: mangimi da materie prime biologiche

All’aperto= le galline ovaiole hanno la possibilità di avere uno spazio esterno per alcune ore al giorno, con una densità per metro quadro minore e le uova vengono deposte sul terreno o nei nidi

A terra= le galline ovaiole hanno la possibilità di stare a terra, ma quasi nella totalità dei casi, in capannoni chiusi e con alta densità per metro quadro

In gabbia=le galline ovaiole stanno rannicchiate una accanto all’altra in gabbie, con piani inclinati, che permettono lo scorrimento verso l’esterno delle uova deposte (macchina raccoglitrice)

Nel mercato della grande distribuzione l’86% delle uova a consumo diretto sono del tipo 3.

Le “uova fresche” vengono classificate in base al peso:

XL Grandissime Peso maggiore di 73 g

L Grandi Peso tra i 63-73 g

M Medie Peso tra i 53-63 g

S Piccole Peso minore di 52 g

Oltre alla categorizzazione delle uova, molte volte, è utile quantificare la loro età; questo perché se si butta il packaging originale, ci si dimentica quando sono state acquistate o semplicemente si vuole fare una verifica dopo l’acquisto, esiste una prova da poter eseguire a casa con una semplice immersione in acqua.

Riempire un normalissimo bicchiere da cucina, con dell’acqua corrente, porre l’uovo all’interno e in base alla reazione dell’uovo al galleggiamento potremo capire, indicativamente, i suoi giorni di vita.

Questo fenomeno è dovuto alla dilatazione della piccola camera d’aria presente nell’uovo fresco, che con il passare dei giorni si allarga e fa galleggiare l’uovo.

È possibile anche verificare la freschezza con una semplice cottura “all’occhio di bue”, perché quanto più vecchio sarà l’uovo, tanto più il tuorlo sarà decentrato verso l’esterno rispetto alla massa di albume.

Come abbiamo visto, le uova, nella loro semplicità, hanno una classificazione ben definita e tracciata a livello comunitario e ciò aiuta anche a fornire informazioni riguardanti la vita del prodotto: dall’allevatore, al metodo, fino allo Stato di produzione. Dal momento dell’acquisto, sta al consumatore dare il valore che ritiene più corretto al prodotto, in base a ciò che desidera: dal prezzo alla qualità, tenendo conto della metodologia di allevamento e della categoria (XL,L,M,S); per poi in privato verificare le caratteristiche con i piccoli metodi descritti.

No Comments

Post a Comment

In quale ospedale partorire a Genova?
Scopri quello giusto per te!

In quale ospedale partorire a Genova?

Scopri quello giusto per te!

Grazie di esserti iscritta!

You dont have permission to register

Password reset link will be sent to your email