Background Image

Gravidanza e salute orale: cosa cambia e cosa fare

Gravidanza e salute orale: Cosa cambia e cosa fare

I cambiamenti ormonali estrogenici e progestinici durante la gravidanza causano un aumento di permeabilità vascolare anche a livello gengivale; le mucose orali diventano ipertrofiche e sono maggiormente irrorate di sangue, il che, spesso, le fa apparire più scure e gonfie.

Tutto questo favorisce la proliferazione di batteri e quindi l’accumulo di placca,una patina biancastra che ricopre la superficie del dente. Se la placca non viene rimossa ed ha il tempo di organizzarsi si forma il tartaro. L’insorgenza di carie non è direttamente derivante dalla gravidanza, ma il rischio può aumentare a causa di alcuni comportamenti sbagliati e dal cambiamento del ph salivare, che diventa più acido.

La necessità di mangiare poco e spesso può determinare un aumento degli zuccheri introdotti e spesso in donne con forte nausea gravidica bastano il solo spazzolino e l’odore del dentifricio ad evocare il riflesso del vomito, quindi non sempre i denti vengono lavati accuratamente dopo ogni pasto o spuntino.

Inoltre frequente è la comparsa di epulidi gravidiche, che sono iperplasie del tessuto gengivale, anche queste legate ai cambiamenti ormonali. Le epulidi crescono velocemente a partire dal terzo mese di gravidanza, si presentano come delle palline di piccolissime dimensioni che in brevissimo tempo aumentano di volume e a volte possono raggiungere anche 1 centimetro di diametro, in questo caso diventano fastidiose, antiestetiche e sanguinano abbondantemente con lo spazzolamento. Di solito compaiono nei settori anteriori e più frequentemente nella zona compresa fra i canini. Non sono dolorose e di solito regrediscono spontaneamente al termine della gravidanza.

In quest’ottica la mia raccomandazione è di cercare di mantenere il più possibile una buona igiene orale, cercando di lavare i denti dopo ogni pasto e limitando i cibi ricchi di zucchero e di cibi troppo acidi. Consiglio di sottoporsi a visite odontoiatriche frequenti ( una a trimestre) in cui fare un controllo generale per valutare la presenza o meno di carie e di gengivite ed una seduta di igiene orale professionale.

Parlando da una che “ci è già passata”, io ho avuto tanta nausea in entrambe le gravidanze e prima di riuscire a trovare il dentifricio che non mi desse noia ne ho provati almeno 3… ho avuto una epulide, che non mi ha dato alcun fastidio, ma tutte le volte che lavavo i denti sanguinava copiosamente, se non avessi saputo di cosa si trattava mi sarei molto spaventata, ma nel giro di qualche giorno dopo la nascita di Lucilla è sparita.

Elena Cervia

No Comments

Post a Comment

In quale ospedale partorire a Genova?
Scopri quello giusto per te!

In quale ospedale partorire a Genova?

Scopri quello giusto per te!

Grazie di esserti iscritta!

You dont have permission to register

Password reset link will be sent to your email