Background Image

Energie estive: mamme, pronte al Solstizio?

Il 21 di giugno è l’inizio dell’estate e il sole entra nel segno del Cancro (dal 22 giugno al 22 luglio), impossibile non menzionare questo passaggio in un articolo dedicato alle mamme!

L’astrologia offre, infatti, un interessante punto di vista sui cicli stagionali e, quindi, sui ritmi dell’esistenza umana che possono divenire occasioni di apertura a mondi profondi e ricchi di simboli e storie, utilissimi se usati all’interno di percorsi di crescita personale.

Con il solstizio d’estate il giorno più lungo incontra la notte più breve dell’anno e da quel momento la forza-Giorno (individualizzante), al culmine della sua espansione, inizia a cedere il passo gradatamente all’energia matriarcale della forza-Notte (collettiva o ambientale).  Il segno astrologico del Cancro si colloca proprio tra giorno e notte, tra terra e mare… In questo segno si celebra l’arrivo dell’estate e, con essa, la maturazione dei frutti lungamente attesi! Il legame tra fiore e frutto è particolarmente esplicativo: ciò che è stato fecondato nei mesi precedenti è divenuto fiore in primavera e, ora, matura e si trasforma in frutto, visibile a tutti e portatore di gioia e godimento. L’energia cancerina è, infatti, calore, luce, acqua e, quindi, protezione, tenerezza e nutrimento, ciò di cui ha bisogno la natura per portare a termine la lunga gestazione! Come espressione di questo legame forte tra fiore e frutto viene spesso indicato il picciolo, una simbolico  cordone ombelicale.

Altrettanto chiarificatore dell’energia cancerina è l’immaginario connesso al suo legame con l’acqua. Fredda, umida, notturna, femminile, questa forza richiama alla nostra immaginazione un universo acquatico che può essere letto come acqua originaria, il liquido amniotico del ventre materno. L’acqua è ovviamente connessa al femminile e alla luna, ed ecco che il Cancro è  governato dalla Luna e da Venere.

La luna porta con sé il concetto di ciclicità e l’archetipo della Grande Madre che, per analogia, rende questo segno rappresentante dell’amore incondizionato del genitore nei confronti della prole, nel suo essere portatore di premure, affetto, solerzia. Anche C.G.Jung intravvedeva nel Cancro l’imago mater, il grande archetipo della madre che reca in grembo ogni germe di vita. Il secondo pianeta connesso al femmineo Cancro è Venere: l’aspetto seducente e di attrazione fisica che accoglie il maschile e, quindi, rende possibile la creazione di una nuova vita. 

Nel glifo con il quale siamo abituati a riconoscere il segno è rappresentato questo potenziale. Paragonato spesso per somiglianza al taijitu cinese, rappresentante le forze yin e yang nel loro divenire, esso esprime due centri di energia ruotante che si attraggono, si uniscono e si differenziano, si moltiplicano. 

Se non bastasse quanto già esposto, la centralità dei concetti di gestazione e maternità sono anche dovuti al fatto che nell’antichità tra Cancro e Leone veniva collocata una delle Porte Zodiacali attraverso le quali passavano le anime pronte a incarnarsi.  

L’aspetto ombroso di questa energia, ma non certo negativo, è che, chiaramente ogni incarnazione porta in sé una gestazione, una nascita, l’evoluzione di una esistenza e, quindi, anche la futura dipartita dal mondo: nel segno del Cancro è davvero racchiuso il senso dell’arco vitale. Esso è quindi un segno ponte tra mondo delle “cause “ e delle realizzazioni così come le madri lo sono, nel perpetuare la vita, tra il passato e il presente. Tutto ciò ha ovviamente un prezzo, una profonda sensibilità la necessità di radicamento, di senso di responsabilità e di consapevolezza. 

Buon inizio estate e, a tutte, l’augurio di gioire e godere dei suoi frutti!

Federica Micucci

No Comments

Post a Comment

In quale ospedale partorire a Genova?
Scopri quello giusto per te!

In quale ospedale partorire a Genova?

Scopri quello giusto per te!

Grazie di esserti iscritta!

You dont have permission to register

Password reset link will be sent to your email