Dolori e fastidi in gravidanza? Il massaggio Ayurvedico come soluzione naturale

In molti sostengono che la pratica Ayurvedica appartenga ad una cultura Orientale, in particolare dell’India, ma in realtà si trovano riscontri anche nell’ attività medica dell’antico Occidente.

Prima della nascita della medicina moderna infatti, l’uomo insieme alla natura, veniva considerato come un’unica unità.

Ad oggi, a causa delle evoluzioni e dello sviluppo di nuove tecnologie, ci si è allontanati da tale cultura. Nel 1976 però, l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha riaperto uno spiraglio nei confronti dei sistemi di cura naturali.

Nella medicina ayurvedica la donna ha un ruolo fondamentale, poiché capace di donare la vita. Per questo la pratica ayurvedica considera essenziali le attenzioni e le cure sia per le donne in gravidanza che nel puerperio.

Nonostante il fatto che la gestazione sia il periodo più straordinario per una donna, durante il quale entra in una dimensione nella quale coesistono mutazioni dello stato fisico, psichico e comportamentale, è facile che l’equilibrio venga destabilizzato da disturbi tipici come nausea, gonfiori, insonnia, ritenzione di liquidi, lombo-sciatalgie, crampi ecc.

Il Garbabhyangam è una tradizione indiana molto antica che veniva praticata dalle donne esperte alle gestanti, mentre oggi invece, viene eseguito da professionisti qualificati.

Questo specifico massaggio aiuta il corpo, durante le sue trasformazioni, alla preparazione del parto ed alla riacquisizione delle energie dopo la nascita. Può essere eseguito in ogni momento della gravidanza ed i benefici che si traggono sono molti.

È un metodo naturale, scientificamente provato, che consente di ridurre i dolori alla schiena ed alle articolazioni, a migliorare la circolazione e quindi a ridurre gli edemi, compresa la congestione del seno.

Diminuisce inoltre le tensioni muscolari, permettendo di conseguenza un miglioramento dell’ossigenazione dei tessuti molli e muscolari, incrementando quindi l’elasticità.

Ottimizza i cicli del sonno e della veglia, ed inoltre permette di alleviare i fastidiosi mal di testa.

Dalla revisione della letteratura scientifica si evince inoltre, come sessioni di massaggio prenatali incidano significativamente sull’aumento della soglia del dolore, grazie all’interazione tra ossitocina (lo stesso ormone di quando ci si innamora!) e recettori oppioidi.

Ciò comporta effetti a lungo termine sulla percezione del dolore, e quindi anche durante il travaglio, il parto ed il post-partum, limitando le complicazioni durante tali fasi.

Non è finita qui! Anche il livello degli ormoni dello stress (norepinefrina e cortisolo) diminuisce particolarmente andando ad incidere sulla riduzione della tensione e dell’ansia.

Per concludere, durante il massaggio si crea un momento di condivisione e benessere che coadiuva a rafforzare il piano fisico e mentale, garantendo un nuovo equilibrio con sé stessi e con il nascituro. A fronte di tutti i benefici sopra elencati, cosa aspettate a provarlo?

scritto da Beatrice Martino

Bibliografia

  • • Field, Tiffany, et al. “Labor pain is reduced by massage therapy.” Journal of Psychosomatic Obstetrics & Gynecology 18.4 (1997): 286-291.
  • • Field, Tiffany, et al. “Pregnant women benefit from massage therapy.” Journal of Psychosomatic Obstetrics & Gynecology20.1 (1999): 31-38.
  • • Ågren, Annelie, and Marie Berg. “Tactile massage and severe nausea and vomiting during pregnancy–women’s experiences.” Scandinavian journal of caring sciences 20.2 (2006): 169-176.
  • • Field, Tiffany, et al. “Pregnancy massage reduces prematurity, low birthweight and postpartum depression.” Infant Behavior and Development 32.4 (2009): 454-460.
  • • Mc Nabb, Mary T., et al. “Does regular massage from late pregnancy to birth decrease maternal pain perception during labour and birth?—A feasibility study to investigate a programme of massage, controlled breathing and visualization, from 36 weeks of pregnancy until birth.” Complementary Therapies in Clinical Practice 12.3 (2006): 222-231

Lascia un commento

X
X