Background Image

Gravidanza settimana per settimana

Benvenuta, nella sezione Gravidanza settimana per settimana.
Qui ti raccontiamo, cosa probabilmente sta accadendo dentro di te.
Al centro della scoperta ci sei tu, come stai? cosa accade? cosa cambia in te?
Se conosci esattamente la datazione della tua gestazione puoi accedere alla settimana di tuo interesse o se preferisci puoi percorrere tutto il viaggio in compagnia della protagonista delle nostre illustrazioni.

Inserisci la data del tuo ultimo ciclo

[wp-pregnancy-calculator]

1° Mese

1-mese

[su_accordion]

[su_spoiler title=”3 SETTIMANE”]

Per la maggior parte di voi potrebbero essere i giorni dell’impianto: quasi nessuna donna se ne accorge, tuttavia alcune mamme riferiscono sensazioni come di piccoli “morsi” nell’utero e potresti avere qualche piccola perdita di sangue proprio dovuta all’impianto. [/su_spoiler]

[/su_accordion]

[su_accordion]

[su_spoiler title=”4 SETTIMANE”]

Hai il sospetto di poter essere incinta ma il timore che sia troppo presto per fare il tanto atteso test di gravidanza: attenzione perché a quest’epoca il test potrebbe dare un risultato di falso positivo.

Potresti iniziare a sentire un senso di sonnolenza : dormiresti dappertutto!

Il tuo seno potrebbe iniziare a gonfiarsi ed essere dolente al tatto, i capezzoli dolenti e molto sensibili.

[/su_spoiler]

[/su_accordion]

2° Mese

2-mese

[su_accordion]

[su_spoiler title=”5 SETTIMANE”]

La mestruazione tarda ad arrivare e finalmente fai il test: POSITIVO!!
Il seno ed i capezzoli sono decisamente doloranti e sono visibili le vene sul petto in trasparenza.
Potresti avere più appetito e potrebbero incominciare a darti fastidio alcuni odori e alcuni sapori: i 5 sensi iniziano ad acuirsi.
Da qui in avanti ti costruirai pian piano una mappa mentale di tutti i gabinetti della città perché lo stimolo a fare pipì diventa sempre più frequente.
Alcune mamme in questo periodo incominciano a soffrire di mal di testa dovuti agli ormoni.
Inizia ad abituarti ad avere perdite di muco abbondanti dai genitali ( cambia il ph). [/su_spoiler]

[su_spoiler title=”6 SETTIMANE” ]

Inizia a cambiare il senso del gusto: la maggior parte delle mamme preferiscono cibi salati e saporiti. Molte mamme percepiscono un gusto metallico in bocca e molte si accorgono che è aumentata la salivazione. Potresti svegliarti al mattino con un senso di nausea non troppo piacevole, simile a quando soffri il mal d’auto ( alcuni odori e sapori potrebbero aumentarla!).
Potresti iniziare ad avere l’umore un po’ altalenante ( spiegalo al tuo compagno prima che pensi che tu sia diventata matta perché piangi guardando la pubblicità del dentifricio!)
Il tuo utero adesso ha le dimensioni di un mandarino. [/su_spoiler]

[/su_accordion]

[su_accordion]

[su_spoiler title=”7 SETTIMANE”]

Hai già pensato da chi farti seguire in gravidanza? Questo è il momento giusto per contattare un’ostetrica e iniziare un percorso con lei, programmare esami del sangue ed ecografie.
In questo periodo ti sentirai profondamente stanca, spesso con un senso di stordimento e vorresti dormire ovunque ti trovi.
Restando a lungo in piedi talvolta potresti avvertire un senso di vertigine.
A questa settimana avrai decisamente notato un aumento del volume del seno, i capezzoli più prominenti e i tubercoli del Montgomery sulle areole in evidenza.
Probabilmente il sapore e l’odore del thè e del caffè ti risulteranno sgradevoli.
Se osservi la mucosa vaginale, non ti spaventare se ha assunto un colorito bluastro – violaceo.

[/su_spoiler]

[su_spoiler title=”8 SETTIMANE”]

Molte di voi inizieranno a sperimentare le “voglie”: improvviso desiderio di particolari alimenti con preferenza del salato e inspiegabile non sopportazione di altri che prima, invece, erano molto graditi.
Potrebbero aumentare la nausee ed alcune di voi potrebbero avere attacchi di vomito soprattutto al mattino.
Alcool e fumo diventano decisamente sgraditi.
Sono frequenti le perdite di muco abbondanti dai genitali.
Il tuo utero è delle dimensioni di un’arancia.

[/su_spoiler]

[/su_accordion]

3° Mese

3-mese

[su_accordion]

[su_spoiler title=”9 SETTIMANE”]

In questo periodo la tua ostetrica ti avrà suggerito di fare i primi esami del sangue e la prima ecografia di datazione.
Potresti avere la sensazione che il tuo giro vita sia più grosso.
Le rughe si distendono e le gengive diventano più molli e sensibili, potrebbero sanguinare. [/su_spoiler]

[su_spoiler title=”10 SETTIMANE” ]

Il seno dovrebbe aver raggiunto il massimo del volume, inizia a comprare reggiseno di cotone senza ferretto e più morbidi ma che assicurino un buon sostegno per le spalle e la schiena.
L’utero è ancora nascosto all’interno del bacino.
Comincia a prendere l’abitudine di spalmarti l’olio di mandorle sulla pancia e sui seni. [/su_spoiler]

[su_spoiler title=”11 SETTIMANE” ]

Finalmente la nausea inizia a dare meno fastidio, nonostante il senso del gusto sia ancora alterato.
Potresti aver preso circa 900 grammi di peso. Molte mamme, tuttavia, potrebbero non aver preso affatto peso o addirittura essere calate se le nausee e il vomito sono state molto forti nei mesi precedenti.
Probabilmente in questo periodo farai il bi test se parlandone con la tua ostetrica avrai ritenuto utile farlo per il tuo percorso. [/su_spoiler]

[/su_accordion]

[su_accordion]

[su_spoiler title=”12 SETTIMANE”]

L’utero inizia a far capolino dalla pelvi e per alcune potrebbe iniziare ad intravedersi un po’ di pancina (ma non spaventatevi se così non fosse).
Se hai iniziato a soffrire particolarmente il caldo non ti spaventare perché è dovuto all’aumento della circolazione del sangue nel tuo corpo.

[/su_spoiler]

[su_spoiler title=”13 SETTIMANE”]

E’ finito il primo trimestre! Probabilmente ora ti sentirai di annunciare la notizia della dolce attesa!

[/su_spoiler]

[/su_accordion]

4° Mese

4-mese

[su_accordion]

[su_spoiler title=”14 SETTIMANE”]

Ti sentirai più tonica e attiva perché il senso di stanchezza e sonno sta diminuendo .
Da qui in avanti i tuoi capezzoli e le areole inizieranno a scurirsi.
Il tuo utero è grosso come un pompelmo. [/su_spoiler]

[su_spoiler title=”15 SETTIMANE” ]

I soliti vestiti di sempre potresti iniziare a sentirli più stretti perché il tuo corpo inizia ad ammorbidirsi e arrotondarsi.
Diminuiscono i sintomi di adattamento alla gravidanza e inizierai a stare meglio. [/su_spoiler]

[/su_accordion]

[su_accordion]

[su_spoiler title=”16 SETTIMANE”]

Alcune mamme a quest’epoca iniziano a percepire i cosiddetti “sfarfallii”, che sono i primi movimenti del tuo bambino che percepisci.
Intorno a quest’epoca farai gli esami del sangue e delle urine ed una seconda visita con l’ostetrica per sapere come stai e come prosegue la gravidanza, come avverrà tutti i mesi.

[/su_spoiler]

[su_spoiler title=”17 SETTIMANE”]

Noterai un aumento della leucorrea, quindi un abbondante produzione di muco vaginale. Probabilmente noterai una diversa percezione del caldo e del freddo con un discreto aumento della sudorazione.
Può darsi che anche il tuo naso sia più congesto, sono tutti sintomi legati all’aumento della circolazione sanguigna.

[/su_spoiler]

[/su_accordion]

5° Mese

5-mese

[su_accordion]

[su_spoiler title=”18 SETTIMANE”]

Può iniziare ad intravedersi la famosa linea alba, che è una linea scura dal pube fino all’ombelico e più sfumata verso l’alto, dovuta all’iperpigmentazione della cute data dagli ormoni della gravidanza.
Potrebbe peggiorare la qualità del sonno. [/su_spoiler]

[su_spoiler title=”19 SETTIMANE” ]

A quest’epoca quasi tutte le mamme percepiscono movimenti fetali più definiti, talvolta anche fastidiosi.
Il tuo corpo si ammorbidisce ulteriormente e tastandoti all’altezza dell’ombelico potresti iniziare a sentire il fondo dell’utero ( non c’è alcun pericolo a palparti la pancia anzi è una stupenda coccola per il tuo bimbo). [/su_spoiler]

[/su_accordion]

[su_accordion]

[su_spoiler title=”20 SETTIMANE”]

L’ombelico sarà appiattito perché l’utero arriva proprio a questo livello ed è evidente il pancino.
La tua circonferenza toracica si è allargata e potresti essere scomoda quando ti riposi perché la pancia inizia ad impedirti di dormire a pancia sotto.
A quest’epoca ci sono dei nuovi esami del sangue e delle urine e l’ecografia più importante di tutta la gravidanza: la morfologica che va a studiare in modo approfondito lo scheletro e gli organi del bambino.

[/su_spoiler]

[su_spoiler title=”21 SETTIMANE”]

Il prurito alla pancia che potresti avvertire è dovuto alla cute che inizia a tirare per l’aumento del volume dell’utero.
Potresti talvolta avvertire bruciore di stomaco o un fastidioso reflusso specialmente la sera e la notte quando ti corichi perché l’utero schiaccia l’intestino e di conseguenza lo stomaco verso l’alto.

[/su_spoiler]

[/su_accordion]

6° Mese

6-mese

[su_accordion]

[su_spoiler title=”22 SETTIMANE”]

Aumenta la libido se nel primo trimestre era leggermente sopita.
Solitamente a quest’epoca le mamme provano una sensazione di benessere perché sono spariti completamente i sintomi del primo trimestre e non sono ancora presenti i sintomi legati all’aumento di volume e di peso dell’utero.[/su_spoiler]

[su_spoiler title=”23 SETTIMANE” ]

Se avverti talvolta dolorini nella zona del basso ventre o lateralmente, non ti preoccupare perché sono dovuti all’aumento di volume dell’utero.
Stai facendo movimento? L’acquaticità in gravidanza oppure dei corsi di movimento o di yoga in gravidanza tenuti da professionisti del mestiere possono aiutarti ad adattarti al meglio ai cambiamenti ponderali e posturali legati alla gravidanza. [/su_spoiler]

[su_spoiler title=”24 SETTIMANE” ]

Il seno potrebbe iniziare a secernere qualche goccia di colostro ovvero il primo latte che sarà fondamentale per il bambino alla nascita.
Aumenta la ritenzione di liquidi e i movimenti del bambino oramai sono più definiti e potrebbero anche svegliarti durante la notte.
La pancia inizia ad essere pronunciata ed è importante prestare una particolare attenzione alla sicurezza in auto, soprattutto se si è al volante. L’uso delle cinture di sicurezza è obbligatorio anche in gravidanza.
Se devi affrontare un lungo viaggio, assicurati di fare molte soste e sgranchirti un po’. [/su_spoiler]

[/su_accordion]

[su_accordion]

[su_spoiler title=”25 SETTIMANE”]

Potresti iniziare ad avere qualche crampo ai polpacci o ai piedi soprattutto la notte, il motivo è l’aumentato fabbisogno di magnesio in gravidanza. Chiedi alla tua ostetrica se devi correggere la tua alimentazione o se prendere un integratore per correggere questo disturbo.
Si urina poco e spesso e potrebbero comparire le prime smagliature, mi raccomando ricordati di massaggiarti tutte le sere il corpo con olio di mandorle dolci.
E’ aumentata la lista dei possibili nomi per il tuo bambino? Oppure è già stato deciso tutto?
Qui hai un’altra tranche di esami delle urine e del sangue ed è meglio prenotare per tempo l’ultima ecografia che farai a 32 settimane la cosiddetta Ecografia di Accrescimento.

[/su_spoiler]

[su_spoiler title=”26 SETTIMANE”]

Aumenta la difficoltà a dormire o a trovare la posizione ideale per dormire la notte per via dei movimenti del bambino.
Talvolta potrai notare un pochino di instabilità nella tua postura per via dello sbilanciamento del peso in avanti.
Allacciarsi le scarpe diventa difficile a quest’epoca per via del pancione che rende difficoltose queste semplici azioni!
Se hai altri figli, inizia a spiegare loro che dentro la pancia c’è un fratellino o sorellina che cresce e che presto avrà un amico/a per giocare insieme.
Inizia a pensare ad un corso di accompagnamento alla nascita ad hoc per te ed il tuo compagno, un vero e proprio percorso che vi accompagni attraverso il travaglio, il parto, l’allattamento ma anche il ritorno a casa e la nuova vita a tre e tanto altro. Chiedi alla tua ostetrica e saprà certamente consigliarti il corso migliore per voi.

[/su_spoiler]

[/su_accordion]

7° Mese

7-mese

[su_accordion]

[su_spoiler title=”27 SETTIMANE”]

Si possono iniziare a percepire le contrazioni di Braxton Hicks, contrazioni uterine preparatorie avvertite come indurimenti della pancia non dolorosi e che nel terzo trimestre possono essere anche piuttosto frequenti.
I chili presi aumentano ma non temere li perderai tutti o quasi durante l’allattamento!
Hai già pensato ad una lista nascita? Ci sono molte alternative a cui pensare per fare una lista nascita corretta senza comprare cose inutili che poi non verranno mai utilizzate come per esempio farsi regalare un’ostetrica durante il travaglio e il parto, oppure un corso di massaggio o di acquaticità neonatale.[/su_spoiler]

[su_spoiler title=”28 SETTIMANE” ]

Il pancione cresce più o meno di un centimetro a settimana e adesso è bello evidente, ti offrono già il posto sull’autobus?
Se il tuo gruppo sanguigno fosse Rh negativo a quest’epoca devi fare la profilassi con le immunoglobuline.
La secrezione del colostro può essere più abbondante e potresti trovare macchioline gialle sul reggiseno in corrispondenza dei capezzoli.[/su_spoiler]

[/su_accordion]

[su_accordion]

[su_spoiler title=”29 SETTIMANE”]

Il peso del bambino è aumentato e grava sugli organi interni, potrebbe essere un po’ più difficoltoso il ritorno venoso ed è possibile avere, soprattutto verso sera, un po’ di gonfiore a mani e piedi e, se sei predisposta, un peggioramento delle emorroidi.
Potrebbe essere utile frequentare un corso di yoga o di movimento in gravidanza con un’ostetrica per iniziare a prendere confidenza con la tua respirazione e con le modificazioni che essa porta al tuo corpo anche a livello del perineo.
Hai già iniziato a pensare al tuo parto? In che luogo e con chi?
Conosci la possibilità dell’assistenza di un’ostetrica durante il travaglio a casa che poi ti accompagni in ospedale?
Sai che oggi si può partorire in casa in sicurezza? Ti consigliamo di parlarne con la tua ostetrica.

[/su_spoiler]

[su_spoiler title=”30 SETTIMANE”]

L’aumento del peso e la compressione della spina dorsale potrebbero provocare mal di schiena e sciatalgia, ti consigliamo di fare movimento (soprattutto in piscina) e trattamenti osteopatici presso professionisti specializzati sulla gravidanza. Questa preparazione potrebbe aiutarti anche nel miglioramento della qualità del sonno, a quest’epoca spesso interrotto dalla necessità di cambiare spesso posizione.
Questa è l’epoca giusta per iniziare il corso di accompagnamento alla nascita per cui assicurati di averlo prenotato per tempo.

[/su_spoiler]

[/su_accordion]

8° Mese

8-mese

[su_accordion]

[su_spoiler title=”31 SETTIMANE”]

Potresti avere un po’ di affanno sotto sforzo: non finiremo mai di sottolineare l’importanza del movimento in gravidanza!
A quest’epoca la tua ostetrica ti avrà consigliato una nuova tranche di esami questa volta più numerosi che comprendono l’ultima ecografia in cui si valuta il corretto accrescimento del bambino.[/su_spoiler]

[su_spoiler title=”32 SETTIMANE” ]

L’utero ha quasi raggiunto le costole: è normale che ti manchi il fiato,che aumentino gli episodi di acidità di stomaco e reflusso specialmente la notte e che tu abbia cali di pressione.
Questa è l’epoca in cui dovresti aver deciso il percorso da intraprendere verso il parto con la tua ostetrica ( vedi 29 esima settimana).[/su_spoiler]

[su_spoiler title=”33 SETTIMANE” ]

L’aumento di peso è di circa mezzo chilo a settimana. Com’è la tua alimentazione? Ci sono cibi che prediligi o che non digerisci? Ti ricordiamo che è sempre molto importante un’alimentazione varia ricca di verdure cotte e crude, legumi e cereali e bere tanta acqua.
Potrebbero diventare più evidenti le varici ed i capillari soprattutto sulle cosce.
Ti sei già informata su quali supporti ergonomici è meglio orientarti per la nascita del tuo bambino? Stiamo parlando di fasce porta bebè e marsupi ergonomici, chiedi alla tua ostetrica il riferimento della consulente del portare più vicina a te che ti sappia consigliare al meglio.[/su_spoiler]

[/su_accordion]

[su_accordion]

[su_spoiler title=”34 SETTIMANE”]

Com’è il tuo sonno? Probabilmente ti sarai resa conto di aver sempre più difficoltà a dormire diverse ore di seguito perché il tuo sonno è intervallato da diverse pause pipì e cambi di posizione dovuti al peso dell’utero e ai movimenti del bambino.
Se hai già acquistato un cuscino per l’allattamento ( consigliamo di acquistare o farsi prestare quello in pula di farro per i maggiori benefici e la qualità) puoi utilizzarlo per trovare un posizione più comoda per dormire.
Hai già preparato il vostro nido? Solitamente a quest’epoca la coppia ha già scelto la culla più adatta alla loro casa ( consigliamo di valutare una culla che si attacchi al letto dei genitori per avere una maggiore libertà nell’allattamento notturno e per non alzarsi ogni volta per riporre il bambino in una culla distaccata).

[/su_spoiler]

[su_spoiler title=”35 SETTIMANE”]

Aumenta la ritenzione idrica e a quest’epoca è normale avere piedi e caviglie gonfie soprattutto la sera.
L’hai già preparata la valigia se andassi a partorire a casa? Se avessi deciso di partorire a casa tua, ti starai organizzando per reperire tutto quello che può servire a te durante il travaglio, per la casa e per il tuo bimbo.

[/su_spoiler]

[/su_accordion]

9° Mese

9-mese

[su_accordion]

[su_spoiler title=”36 SETTIMANE”]

In questo periodo molte donne iniziano a sentire come degli spilli in vagina in corrispondenza di dove si appoggia la testa del bambino o leggeri crampi sopra il pube: la testa comincia ad appoggiarsi e a scendere nel bacino.
Se ti dicono che la pancia è scesa non pensare di essere vicino al parto perché potrebbe volerci ancora un po’ di tempo.
Se hai scelto di partorire in ospedale in questo periodo aprirai la cartella clinica ma assicurati prima di aver contattato l’ospedale scelto per prendere un appuntamento.
A questo punto della gravidanza dovrai fare l’ultima tranche di esami in preparazione al parto, in alcuni ospedali li faranno contestualmente all’apertura della cartella clinica mentre in altri ti daranno indicazione su quali fare e dovrai provvedere personalmente.[/su_spoiler]

[su_spoiler title=”37 SETTIMANE” ]

Sei a termine!! Da adesso in poi ogni giorno è buono per mettere al mondo tuo figlio, anche se è normale raggiungere le 42 settimane.
In questo periodo aumenta il calore a causa dell’aumento della circolazione, del lavoro corporeo e per il continuo rinnovo del liquido amniotico.
Hai tutto pronto per partorire?
Se hai deciso di partorire in casa o di fare l’accompagnamento al travaglio , da oggi le tue ostetriche sono reperibili per te giorno e notte fino al giorno in cui il tuo bambino non deciderà di nascere.[/su_spoiler]

[su_spoiler title=”38 SETTIMANE” ]

L’aumento di peso si è arrestato. Probabilmente l’altezza dell’utero è scesa un po’ verso il basso perché la maggior parte dei bambini a quest’epoca inizia a scendere nell’ingresso pelvico e potresti sentire uno stimolo maggiore ad urinare.
I movimenti del bambino diminuiscono e si fanno talvolta più fastidiosi per via della quantità del liquido amniotico che diminuisce fisiologicamente ma è importante contare almeno 10 movimenti, o gruppi di movimenti vivaci, nelle 12 ore.
Il corso di accompagnamento alla nascita è ora terminato e insieme al tuo compagno avrete acquisito strumenti di consapevolezza e fiducia verso la nascita.[/su_spoiler]

[/su_accordion]

[su_accordion]

[su_spoiler title=”39 SETTIMANE”]

Aumentano le contrazioni di Braxton Hicks e la cervice si ammorbidisce: gli ormoni stanno virando verso quelli del parto e il tuo corpo si sta preparando.

[/su_spoiler]

[su_spoiler title=”40 SETTIMANE”]

Aumentano le energie, probabilmente ti sentirai più attiva.
L’intestino in questa fase si mette in moto, la digestione migliora, diminuisce l’affanno e l’affaticamento.
Le contrazioni sono più frequenti e più fastidiose.
A 40 settimane avrai il controllo in ospedale per monitorare il battito cardiaco fetale, controllare il liquido amniotico e più in generale il benessere materno e fetale.
Da qui se hai scelto di partorire in ospedale ti daranno degli appuntamenti per dei controlli regolari con una cadenza variabile da ospedale a ospedale.
Se, invece, avessi scelto di partorire in casa i successivi controlli si possono eseguire anche a domicilio.
Nelle prossime settimane riposa e dedicati alle attività che più ti piacciono in modo da staccare la testa e non farti prendere dalla preoccupazione e dall’ansia perché il bambino può decidere di nascere anche a 42 settimane.

[/su_spoiler]

[/su_accordion]

Un grazie speciale a una cara amica, Barbara, che ci ha donato le sue splendide vignette

In quale ospedale partorire a Genova?
Scopri quello giusto per te!

In quale ospedale partorire a Genova?

Scopri quello giusto per te!

Grazie di esserti iscritta!

You dont have permission to register

Password reset link will be sent to your email